Chi ha tempo non aspetti tempo… soprattutto se arriva settembre

Diciamocelo, non è vero che i proverbi ci azzeccano sempre! Qualcuno sì, però: per esempio quello che invita a non rimandare le cose all’infinito. È iniziato settembre, cioè il mese a cui la maggior parte delle persone rimanda tutto ciò che si può rimandare. Anche la decisione di aprire un centro di assistenza domiciliare.

 

Settembre is the new gennaio. Anche per chi ha deciso di affiliarsi ad Assistenza Doc

“La dieta? Dai, ora no… siamo vicini all’estate. La faccio a settembre!” “Questo libro è un mattone: facciamo che lo riprendo a leggere a settembre.” “Non vedo l’ora di aprire il mio centro di assistenza domiciliare! Lascio giusto passare l’estate e a settembre parto in quarta.”

Ti sarà capitato di sentirti dire una di queste frasi… e magari fai parte anche tu di quel novero di persone che rimanda tutto a dopo l’estate, cioè a settembre. Sì, è vero, l’anno solare inizia a gennaio ma è da quando siamo bambini che ci viene spontaneo considerare settembre (con l’inizio dell’anno scolastico) come una specie di secondo gennaio. Il classico “pronti partenza via!”.

Da imprenditore posso dirti che questo lo vedo sempre anche per quanto riguarda chi ha deciso di affiliarsi ad Assistenza Doc. Capita spesso, cioè, che chi ha preso una decisione (per dubbi, timori o semplicemente per un pizzico di pigrizia) rimandi poi la messa in pratica di quella decisione a un fantomatico punto di partenza che però rischia di non arrivare mai. Mi spiego…

 

La differenza tra tempi di maturazione e tempi di dispersione

Le decisioni importanti richiedono tempo. Quando ho deciso di creare la mia impresa e quando ho poi deciso di trasformarla in Assistenza Doc, non solo ci ho pensato su ma “mi sono preso i miei tempi”. Che significa?

Credo che come le persone e tutti gli esseri viventi, anche le decisioni abbiano dei tempi di maturazione obbligati: una parentesi in cui è utile e anche sano che il primo impulso istintivo (il classico “wow, ho trovato la mia strada: mi butto!”) abbia il tempo di decantare per poi iniziare a mettere radici nella realtà e crescere. È così che un sogno diventa un’idea e che un’idea si trasforma in un progetto concreto.

Questo giusto per dirti che sono il primo a consigliare a chi sta decidendo se affiliarsi ad Assistenza Doc di pensarci bene su. “Prenditi il tuo tempo”, gli dico. Il che, tradotto, significa: “Datti i tuoi tempi. E poi decidi.”

 

Il Cambiamento non è qualcosa che arriva, ma qualcosa che si costruisce

Il punto sta tutto lì. C’è chi, più o meno inconsciamente, prende la sua parentesi di tempo come un alibi per rimandare all’infinito il passo decisivo e poi c’è chi – maturata la sua decisione – si rimbocca le maniche, si arma di coraggio e la mette realmente in pratica. A settembre così come in un altro mese. Il problema del rimandare, però, è che col tempo – quando non viene incanalata – la spinta iniziale finisce per affievolirsi e perdere forza.

Negli occhi di chi mi contatta per una consulenza sulla possibilità di diventare home care manager, così come negli occhi di chi frequenta i miei workshop per lanciarsi nel business dell’assistenza domiciliare, c’è qualcosa che vedo sempre invariabilmente in tutti: il desiderio di cambiare. La voglia e la volontà di cambiamento. Il problema, però, sta tutto in un fraintendimento molto diffuso. Si pensa spesso al Cambiamento come a qualcosa che “arriva” cioè che viene dall’esterno ma le cose non funzionano così. Il cambiamento è qualcosa che costruisci tu giorno dopo giorno e che inizia sempre con qualcosa a cui solo tu puoi dare il via: un atto di volontà.

 

Per cui… sei pronto a cominciare sul serio? Non aspettare che settembre diventi gennaio e che si trasformi in qualcosa che non arriverà mai. Dai inizio al tuo cambiamento! E soprattutto… contattami qui se vuoi che ne parliamo insieme

2019-09-04T07:47:30+00:00

Scrivi un commento