Loading...
Chisono 2017-09-08T11:12:10+00:00

Ho voluto affinare per anni la conoscenza strategica del settore assistenziale

Quando guardo alle mie spalle, vedo un filo rosso che lega il mio presente al passato da cui vengo. Ho lavorato come operatore nel settore assistenziale fino a sette anni fa. Oggi, gestisco Progetto Famiglia Network: la prima rete nazionale di servizi alla persona. Mattone dopo mattone, ho lavorato per costruire il mio sogno… Non una semplice struttura assistenziale, ma – appunto – una rete di servizi, che ho creato per rispondere a esigenze sempre più diffuse. E sempre più condivise. Questo significa essere recettivi verso il mondo in cui viviamo, pronti a rispondere a necessità urgenti: alle esigenze delle famiglie, prima di tutto, a cui (solo nel 2016!) Progetto Famiglia ha erogato più di 700.000 ore di servizi assistenziali… ma non solo.

Negli ultimi tre anni, la mia impresa ha allargato a macchia d’olio il suo raggio d’azione. Non parlo solo della nostra estensione su buona parte del territorio nazionale: mi riferisco anche – e soprattutto – alla crescita delle nostre competenze.

Attraverso la mia consulenza infatti, aiuto ogni giorno numerosi Home Care Manager a realizzare il loro sogno: formandoli e supportandoli perché ognuno di loro possa diventare un vero e proprio punto di riferimento per le famiglie italiane. Cosa vuol dire? Condividere il mio know-how con chi ha deciso di intraprendere questa professione.
Fornire agli imprenditori dell’Home Care, tutti gli strumenti operativi e di comunicazione per competere con successo e raggiungere in breve tempo i loro obiettivi. Fare formazione nell’ambito dei corsi per Operatori Socio Sanitari, presso cui sono docente.

Assistenza alle famiglie, formazione e consulenza rivolte a chi ha deciso di dedicare il suo percorso professionale alle famiglie: sono queste le parole chiave di Progetto Famiglia Network… un sogno che ho fatto crescere e germinare come un albero.
E che, proprio come un albero, ha avuto inizio dal terreno in cui affonda le radici, cioè dalla mia storia.

La più profonda delle esperienze
vive nell’aiutare gli altri

LA MIA STORIA

La prima volta che sono salito su una Croce Rossa, avevo 14 anni: ero, quindi, poco più che un ragazzino. La mia esperienza nell’ambito del volontariato, è iniziata allora… ma l’esigenza di fare qualcosa di concreto, aveva radici molto più profonde, che risalgono al mio background familiare.
Mia madre ha sempre lavorato nel settore assistenziale, quindi si può dire che certi valori, li ho respirati dalla nascita. Ecco perché ho deciso di continuare in quella direzione: lavorando sia con i disabili, a scuola, sia con gli anziani presso le case di riposo. E laureandomi poi in Scienze dell’Educazione.

Per dieci anni ho affinato la conoscenza di un mondo – il settore assistenziale – che è davvero ad ampio spettro. Poi ho sentito la necessità di fare un salto di qualità: il classico grande passo di chi decide di diventare imprenditore. Perché l’ho fatto? Perché sapevo di avere qualcosa da dire e volevo lasciare la mia impronta in un settore che amavo. A distanza di qualche anno, posso dire che quella decisione è stata un atto di coraggio. Una scommessa sul futuro, un po’ rischiosa forse, ma non azzardata. Le potenzialità del settore le conoscevo e le avevo calibrate: potevo buttarmi, sapendo bene che il mio, non sarebbe stato un salto nel vuoto.

Se non fai ciò che ami stai perdendo il tuo tempo

VI PRESENTO LA MIA CREATURA

L’idea di base di Famiglia Network ha preso forma nel tempo e alla fine mi è letteralmente fiorita tra le dita, ampliandosi e prendendo piede in modo spontaneo. Un’impresa, in fondo, è come un figlio: la metti al mondo, la nutri, la indirizzi… e poi prende il volo, iniziando a camminare sulle sue gambe. E’ così che, a un’assistenza alle famiglie ad ampio raggio, abbiamo aggiunto competenze sempre nuove. Da parte mia, ho continuato a coltivare la conoscenza capillare del settore e oggi – oltre a Progetto Famiglia Network – mi occupo anche di:

  • Formazione per creare nuove figure socio-assistenziali che andranno ad operare direttamente con l’utenza finale

  • Consulenza gestionale e direzionale per case di riposo e centri di assistenza domiciliare privata

  • Consulenza per l’avviamento, controllo qualità, impostazione organizzativa di case famiglie per anziani

  • Progettazione e implementazione di azioni formative per il personale socio-sanitario

Coltivare il presente preparando il terreno per il futuro: questa è la direzione in cui mi muovo… perché, proprio come ogni essere vivente, una realtà imprenditoriale va sempre pensata work in progress. Per questo, più che sogni nel cassetto, mi piace dire che ho nuovi progetti in vista, che si muovono sia nel campo della formazione per operatori specializzati in assistenza ai malati di Alzheimer, sia in altre direzioni.
La vitalità del mio settore, consiste infatti proprio in questo: la possibilità di declinare l’offerta in proposte sempre nuove e in linea con le esigenze del presente e del futuro prossimo. Le novità, quindi, te le racconterò strada facendo… lungo il percorso che – spero – faremo insieme.

Buona lettura e a presto!